domenica 30 ottobre 2016

Crema di Mascarpone al Caramello e cos'è la pastorizzazione!!

Le feste senza dolci non sono feste, qualsiasi cosa esse rappresentino. La crema di mascarpone è da sempre il mio dolce al cucchiaio preferito e per questo Halloween ho pensato di riproporla con qualche variazione. Difatti l'ho alleggerita con della ricotta ed aromatizzata con il caramello e per renderla un po' paurosa ho cercarto di creare delle piccole lapidi!! In quanto a decorazione sono un po' scarsa, ma il dessert vi giuro è buonissimo!!!


Ingredienti per la crema (per 4 persone):

  • 200 g di mascarpone a temperatura ambiente
  • 200 g di ricotta a temperatura ambiente
  • 150 g di zucchero 
  • 2 uova a temperatura ambiente

Innanzi tutto, oggi voglio approfittare di questo dolce per parlare della pastorizzazione delle uova. Questo è un passaggio molto importante per preparare in sicurezza tutti i composti che contengono le uova a crudo, come la crema di mascarpone appunto, evitando così il rischio salmonella


Per prima cosa mettere un pentolino con 100 g di zucchero sul fuoco più piccolo che avete, abbassare la fiamma al massimo e lasciare fino a che lo zucchero non si scioglie formando un caramello liquido e ambrato. Non mescolare con cucchiai o spatole al massimo agitare leggermente il pentolino ogni tanto. Nel frattempo montare con la frusta il mascarpone con la ricotta fino ad ottenere una crema omogenea. Quando il caramello è praticamente pronto, in una terrina dai bordi alti iniziare a montare le uova con i 50 g di zucchero rimasti (potete utilizzare anche la planetaria con la frusta). Una volta che lo zucchero del caramello è completamente sciolto aggiungerlo a filo sulle uova continuando a montare (questo è il processo di pastorizzazione, ovvero il calore del caramello porta a cottura le uova eliminando i microorganismi patogeni sensibili al calore). Montare le uova finché la massa non è completamente fredda. Infine, una volta pronti tutti i preparati, con una spatola, aggiungere un po' alla volta il composto di uova alla crema di mascarpone e ricotta con movimenti dall'alto verso il basso.


Per decorare e formare delle lapidi per Halloween:

  • 8 biscotti al cacao da sbriciolare per formare la terra
  • 4 biscotti per creare le lapidi
  • penna con crema al cioccolato per formare la croce sulle lapidi

Disporre in 4 ciotoline la crema di mascarpone al caramello e lasciar riposare in frigorifero. Nel frattempo sbriciolare i biscotti al cacao e preparare le quattro lapidi. Decorare la superficie dei dolci e servire subito. Per la buona riuscita del dolce è importante che tutti gli ingredienti siano a temperatura ambiente!!!



Buon Halloween da Cuor di Ciambella!!


lunedì 24 ottobre 2016

Crema di Zucca e Ceci con Chips di Piadina all'olio d'oliva!

Che dire, non avrei mai pensato che fare showcooking mi divertisse così tanto! Io che sono quella che meno parla con le persona e meglio sta! Che sui social mi limito a pubblicare senza fare troppe "public relations" perché proprio non ci sono portata, in linea generale non mi entusiasma socializzare!! E invece quando mi metto a parlare della mia cucina (voce tremante iniziale a parte) anche se ho davanti molte persone, mi rilasso, mi piace, mi diverte. E poi la soddisfazione di quando a fine show vengono a chiederti consigli, o ti dicono che ti conoscevano già (a me?? davvero??) che ti seguono da un po'... bellissimo!!! Così questa è una delle ricette che ho portato sabato scorso a Manualmente Fiera a Cesena. Devo dire che la semplicità e i sapori genuini di questa ricetta hanno conquistato il mio pubblico e anche la mia famiglia  (che ovviamente ho utilizzato da cavia prima della mia presentazione)!!


Ingredienti per circa 4-6 persone:

per le chips di piadina

  • 250 g farina Senatore Cappelli semi integrale
  • 40 ml olio evo
  • 100 ml latte vegetale non zuccherato (tipo soia o avena)
  • 5 g sale di Cervia
  • un cucchiaino raso di lievito per torte salate 
  • mix di semi (facoltativo) come semi di lino, sesamo, chia, ecc..

Impastare il tutto e lasciar riposare per qualche ora (io consiglio di preparare l'impasto la sera prima e lasciare in frigorifero fino all'utilizzo). Una volta pronto l’impasto dividere in 4 palline. Tirare ogni pallina con il mattarello per dare una forma arrotondata, fino ad ottenere uno spessore di 2 mm circa. Cuocere, su di una piastra antiaderente calda, da entrambi i lati finché la piadina non sarà dorata. Una volta fredda tagliare le piadine a triangolini e tostarli in forno a 180°C fino a che non saranno belli croccanti (circa 5-10 minuti).


per la crema di ceci e zucca

  • 250 g di ceci lessati
  • 250 g di zucca cotta
  • 2 cucchiai di olio evo (più q.b. per la zucca)
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • sale q.b.
  • paprika o curry q.b.
  • semi di zucca tostati q.b.         

Pulire e tagliare la zucca a listarelle e cuocerla in forno con un filo di olio, sale e rosmarino a 200°C per circa 20 minuti (deve essere croccante fuori e morbida dentro). Frullare i ceci con la zucca, 2 cucchiai di olio, il limone, la paprika o il curry, assaggiare e salare a piacere. Decorare con un filo di olio evo, semi di zucca tostati e paprika.


Devo ringraziare Paola, che mi ha invitato a fare non uno, ma ben due showcooking alla fiera Manualmente, ma soprattutto perché crede in me, nel mio modo di essere foodblogger e nella mia cucina, grazie di cuore!! Date un'occhiata al suo sito web Paola Di Giambattista!


venerdì 21 ottobre 2016

Plumcake di Mele e Farina di Castagne (senza lattosio né uova)

Premetto che non sono ne vegana e nemmeno vegetariana, ma negli ultimi tempi mi sono avvicinata molto a questo tipo di cucina... non per chi sa quale moda del momento, ma perché credo che sia importante proporvi ricette che siano fattibili anche per chi è intollerante ad alcuni prodotti come ad esempio latticini e  uova, ma soprattutto siano salutari! Questo soffice e profumato plumcake non ha niente da invidiare ai plumcake tradizionali, è davvero buonissimo e che ci crediate o no non ha la minima ombra di latte, uova o burro!!!! Ottimo anche per chi cerca un dolce con basso contenuto di grassi perché questo ne ha veramente pochissimi!!!


Ingredienti per un plumcake:
  • 150 g farina tipo 1
  • 150 g farina di castagne
  • 180 g di zucchero di canna + q.b. per spolverare il dolce (oppure miele d'acacia)
  • 1 mela grande
  • 1 bustina di lievito
  • 50 ml di olio di riso
  • 250 ml di latte di avena tepido
  • 60 g di mandorle e/o nocciole e/o noci

Accendere il forno a 180°C. Iniziare la preparazione unendo tutti gli ingredienti in una bacinella capiente (o all'interno della planetari). Montare con la frusta fino ad ottenere una pastella morbida. Tritare la frutta secca grossolanamente e inserirne i 3/4 nel composto. Lavare, sbucciare la mela e tagliarla a fettine sottili. Ricoprire con carta forno uno stampo da plumcake e versare il composto. Inserire le fettine di mela una vicina all'altra e cospargere con la frutta secca rimasta e zucchero di canna. Cuocere per circa 50 minuti (fare la prova stecchino). Lasciar raffreddare il plumcake con la carta forno su di una gratella per dolci. Una volta freddo potete togliere la carta.


Che dire... piacevolmente sorpresa di quanto un dolce possa essere buono e soffice anche senza gli ingredienti tradizionali!!! Assolutamente da provare!!


lunedì 17 ottobre 2016

Fagottini cioccolatosi al Kamut!!

A volte mi rendo conto di quanto ci si lamenti per niente, di quanti problemi inutili ci facciamo per cose che alla fine non sono troppo importanti... programmi che prendono una piega diversa da quella attesa, pagamenti improvvisi che non avevamo calcolato,  risultati che non arrivano nonostante gli innumerevoli sforzi, persone st****e (si quelle sono ovunque), ma in fondo quanto valgono queste cose?? Perché dobbiamo rattristarci per questioni di denaro o di persone che non meritano la nostra stima?? Nella vita ho capito che bisogna valutare bene quali sono le persone della quale attorniarsi e una volta che ti sei circondato di persone speciali e godete tutti di buona salute (più o meno) il resto ha veramente poca importanza... e se proprio volete essere ancora più felici preparate questi saccottini :-) !!!!


Un involucro croccante che racchiude una golosa crema di nocciola, chi riesce a resistere???

Ingredienti per la base:


  • 125 g farina di Kamut
  • 125 g farina 0
  • 125 g zucchero di canna
  • 65 ml di latte (vaccino o vegetale) 
  • 35 g di olio di semi (o di riso)
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

  • Crema di nocciole (quella che preferite, l'importante che abbia almeno il 35-40 % di nocciole) per farcire. Non Nutella per piacere!!!!

Veniamo alla ricetta... in una ciotola unite gli ingredienti liquidi con lo zucchero. Miscelare bene poi aggiungere le farine, il lievito (meglio se setacciati) ed il pizzico di sale. Impastare fino ad ottenere un composto liscio.


Stendere l'impasto fino ad ottenere uno spessore di 2-3 mm. ritagliare dei cerchi con il coppa pasta o un bicchiere. Farcire per metà con crema di nocciole e richiudere a mezza luna sigillando il bordo con le dita (potete precedentemente inumidire il bordo con un goccio di acqua per assicurare la chiusura del fagottino). Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti. Una volta tiepidi spolverizzare con cacao in polvere e servire! Impossibile resistere!!

giovedì 13 ottobre 2016

Muffin salati con Zucca e Scamorza... Halloween is coming!!

Fin da bambina adoro Halloween, qui da noi non è troppo sentita come festa, ma io amo da morire il lato oscuro di questa serata... streghe, vampiri, zucche intagliate, fantasmi... e perché no cena a tema!! Quindi, se avete intenzione di preparare una cena tra amici o una festicciola per bambini questo è ciò che fa per voi!!! Muffin salati dal gusto dolce della zucca contrastato dalla sapidità del formaggio e dalla croccantezza dei semi tostati!!!


Ingredienti per 12 mini muffin:

  • 300 g di zucca cotta
  • 160 g farina Senatore Cappelli semi integrale
  • 100 g scamorza affumicata a cubetti
  • 2 uova medie
  • 45 g olio evo
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
  • sale di Cervia q.b.
  • olio evo q.b.
  • semi di zucca q.b.
  • rosmarino q.b.


Per prima cosa pulire la zucca, tagliarla a listarelle (tipo patatine fritte per intenderci) e cuocerla in forno con sale, olio evo ed il rosmarino a 200°C finché non si sarà ben ammorbidita dentro e croccante fuori. Ci vorranno una ventina di minuti. Una volta che la zucca è pronta (potete farla anche la sera prima) sbattere le uova con un pizzico abbondante di sale, in una ciotola capiente fino ad ottenere un composto più chiaro e spumoso, unire poi la farina. Aggiungere poi i 45 g di olio, il formaggio tagliato a cubetti e la zucca leggermente spezzettata. Mescolare il tutto per bene, versare nella ciotola il lievito e lavorare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare il preparato in 12 stampini per muffin (io ho utilizzato lo stampo a fiorellino di SilikoMart che potete acquistare qui). Cospargere sulla superficie di ogni muffin alcuni semi di zucca ed infornare a 180° C per circa 25-30 minuti


E non dimenticate che la zucca ha solamente 18 Kcal per 100 grammi!!! I grassi sono pressoché assenti ed essendo arancione, è intuibile come la zucca sia miniera di caroteni e pro-vitamina A! Inoltre, è ricca di minerali, tra cui fosforoferromagnesio, potassio e un discreto quantitativo di vitamina C e di vitamine del gruppo B. Per non parlare dei semi di zucca, ricchi di omega 3 e vitamina E. Questi ultimi contengono i betasteroli, utili per abbassare i livelli di colesterolo. Quindi che ne dite?? Vi ho dato le ragioni giuste per provare questi muffin??


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/benessere/zucca-proprieta.html

venerdì 7 ottobre 2016

Crostata al Cioccolato con marmellata di Arance (senza Uova, Lattosio né Glutine)

Con il passare del tempo mi sono accorta di avere una vera e propria fissa per le crostate, con marmellata, frutta, crema di nocciole, integrale, normale, al farro o senza glutine, vegana o tradizionale... con la frolla mi piace davvero tanto sperimentare!!! Questa volta ho giocato con la base, ovvero con una frolla senza glutine e senza derivati animali, ma ho mantenuto un classico ovvero l'abbinamento cioccolato e arancia!



Ingredienti:
  • 200 g di farina di riso integrale (perfetta anche quella di farro)
  • 80 g farina di mandorle
  • 20 g cacao 
  • 80 g di margarina (o circa 70 g di olio di semi)
  • 80 g di zucchero di canna
  • un pizzico abbondante di sale di Cervia
  • semi di una bacca di vaniglia 
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 125 g di yogurt di soia alla vaniglia 
  • 50 g di cioccolato fondente a pezzetti (facoltativo)


  • marmellata di arancia q.b.


Impastare tutti gli ingredienti per la frolla e una volta ottenuto un panetto, lasciarlo riposare in frigorifero per circa mezz'oretta. Stendere la frolla e trasferirla in una tortiera ricoperta di carta forno (io la stendo direttamente sulla carta poi ritaglio l'eccesso) ricoprire con la marmellata di arancia e cuoricini di o altri decori preparati con la frolla avanzata. Cuocere in forno a 180°C per circa 30-35 minuti. 


Perfetta per la colazione, l'ora del caffè o per qualsiasi momento della giornata in cui abbiate voglia di qualcosa di dolce e sfizioso!! Adatta anche a chi soffre delle più comuni intolleranze. E se vi interessa la versione non al cacao e farcita con la crema di nocciole la trovate qui!! E voi avete acceso il forno???


martedì 4 ottobre 2016

Quinoa al profumo d'Autunno...e le sue proprietà!!

Lo so che sarò scontata, ma devo ammetterlo, io adoro le mezze stagioni. L'autunno regala colori e profumi impagabili!!! Zucca dell'orto, porcini raccolti dal mio papà, cosa potevo chiedere di meglio?? Così nasce la mia quinoa al profumo d'autunno. Un piatto semplice, ma di tutto rispetto. Diversi colori, sapori e consistenze. Un mix perfetto per il palato e per la salute!


Per quanto non amo particolarmente i social network devo ammettere che ho un debole per Instagram, dove le foto dei grandi chef sono uno spettacolo per gli occhi. Così dopo le mille foto di impiattamenti su un lato del piatto (della quale mi sono innamorata) ho deciso di provare anche io!! Questo ovviamente non toglie che potete mixare tutti gli ingredienti assieme senza alcuna logica!!!


Ingredienti per 4 persone:

  • 240 g di quinoa
  • circa 1,5 Kg di zucca a crudo con la buccia
  • 6 funghi porcini
  • 1 spicchio di aglio
  • 40 g di scaglie di mandorle tostate
  • un piccolo mazzetto di prezzemolo
  • sale di Cervia q.b.
  • olio evo q.b.


Per prima cosa tagliare la zucca a cubetti, avvolgerli in un foglio di carta stagnola, sigillare bene e cuocere in forno a 200°C fino a che la polpa non sarà morbida. Una volta pronta, togliere la buccia e frullare la polpa con il minipimer. Prendere quest'ultima e metterla su di un colino a maglie strette e con il dorso di un cucchiaio premete sulla polpa fino a far fuori uscire tutta l'acqua (la zucca si ridurrà a circa 200-250 g). Condire la polpa di zucca con olio evo e sale a piacere. 


Nel frattempo pesare la quinoa in un contenitore  di vetro o plastica (ciotola, caraffa, ecc..) a questo punto osservate il volume che occupa. Lavare bene la quinoa sotto l'acqua corrente tramite un colino a maglie strette e versatela in una pentola di medie dimensioni. Misurare poi con lo stesso contenitore 1,5 volumi di acqua fredda (un volume e mezzo per intenderci) e versare anch'essa nella pentola. Portare ad ebollizione, abbassare al minimo il fuoco e con il coperchio chiuso lasciar cuocere finché tutta l'acqua non verrà assorbita (ci vorranno circa circa 15-20 minuti). Appena cotta e ancora calda salare e condire con olio evo. Frullare il prezzemolo con un pizzico di sale olio evo a filo quanto basta per ottenere una sorta di maionese verde. Mettere l'emulsione al prezzemolo da parte.

In una padella capiente soffriggere con un filo di olio l'aglio schiacciato, e appena inizia a sfrigolare aggiungere le fette di porcini. Rosolare bene le fette da entrambi i lati. Salare a piacere.


Comporre il piatto stendendo la quinoa sul piatto, adagiando delle quenelle di zucca, i porcini e condire con gocce di emulsione al prezzemolo e mandorle a scaglie tostate. Lucidare con un filo di olio. Questo piatto è perfetto servito caldo o tiepido. Se non avete voglia di far questo potete amalgamare assieme tutti gli ingredienti e potrebbe diventare anche un perfetto lunch box per il pranzo in ufficio!!!


Da sapere è che la quinoa è senza glutine, per cui adatta anche per chi ha problemi di celiachia, è ricca di proprietà nutritive ed è composta dal 13% di proteine, 60,1% di carboidrati, 6,7% di grassi e 8,6% di fibra alimentare. Particolarmente ricca di magnesio, fosforo, ferro, sodio e zinco. Per quanto riguarda le vitamine la quinoa ne presenta alcune del gruppo B, la vitamina C e la vitamina E. A differenza dei cereali contiene tutti e 9 gli aminoacidi essenziali per l'organismo, per cui particolarmente utile a chi segue una dieta VEGANA. Apporta 350kcal ogni 100 g (calcolate che per una porzione abbondante sono sufficienti 60 g!!!) Insomma... un vero e proprio super alimento!!!!

domenica 2 ottobre 2016

I Sugol o Budini di succo d'Uva

Ottobre... tempo di vendemmia... e quindi il momento ideale per preparare il Sugol!! Ma voi sapete cosa sono?? Questi dolci sono dei budini di succo d'uva rossa ed è tradizione prepararli con il mosto durante la vendemmia. 

Questa ricetta viene direttamente dal ricettario della mia nonna paterna che essendo una veneta, trasferitasi in Romagna si è portata dietro dalla tradizione emiliana questa ricetta ed era (e lo è ancora) uno dei dolci preferiti del mio papà! Così, come tutti gli anni, in questo periodo mia mamma gli prepara che questi dolci budini. Allora quest'anno ne ho approfittato per appuntarmi la ricetta e scattare qualche foto!!

Ingredienti per 5/6 persone:
  • 1 ogni litro di mosto di vino (preferibilmente rosso e dolce)
  • 100 gr di farina
  • 50-60 di zucchero (regolarsi a seconda della dolcezza del mosto)


Lo zucchero in teoria si potrebbe omettere, ma a detta del mio papà "non ci sono più le uve di una volta" e quindi un po' di zucchero ci sta ben bene!!!!
La preparazione di questi budini è molto semplice. Mettere in una pentola il mosto d’uva e porlo sul fuoco fino a farlo ridurre di 1/3. Per essere sicuri che non ci siano grumi sarebbe meglio, a questo punto, passare il mosto con un colino. Versate a pioggia la farina (meglio se precedentemente setacciata) e lo zucchero, continuare a mescolare portando il tutto ad ebollizione e lasciare cuocere ancora per 2/3 minuti o finché non avrà la consistenza della crema pasticcera. Versate il tutto in un contenitore o in tante ciotole e lasciate raffreddare. Servire a temperatura ambiente, si mantiene in frigorifero ben sigillato per diversi giorni. Se gustandolo avvertite dei piccoli grumi, non vi preoccupate è la naturale aggregazione degli zuccheri.
Noi abbiamo acquistato il mosto alla cantina più vicina, se avete la fortuna di averla nei paraggi oppure c'è qualche contadino che fa il vino in casa ben venga, altrimenti potere cuocere direttamente l'uva e poi schiacciarla fino ad ottenere il succo.