venerdì 23 ottobre 2015

Torta di Mele e Castagne (Glutenfree)

Non c'è storia, appena le foglie iniziano a tingersi di colori caldi e l'aria inizia a rinfrescarsi, ciò che desidero maggiormente sono le castagne!! Mi piaccio veramente tantissimo, arrosto, lessate, nei dolci... insomma una vera delizia!!! Lo so, lo so, sono frutti molto calorici (circa 200 Kcal per 100 g di caldarroste ovvero 16 Kcal per castagna), perché sono costituite principalmente da carboidrati, ma se sostituite al pane o alla pasta non incideranno sul bilancio calorico quotidiano! In più le castagne hanno una bassissima percentuale di grassi (circa l'8%) e sono prive di colesterolo, contengono fosforo utile al buon funzionamento del sistema nervoso, calcio per le ossa, ferro per l'anemia, potassio e acido folico ideale per chi è in dolce attesa. Contengono anche vitamina A, diverse del gruppo B, la vitamina C e D (altro che integratori!!!!). Sono ricche di fibre e ad alta digeribilità. Generalmente non hanno controindicazioni, ma meglio limitarne il consumo in caso di diabete, obesità, colite, aerofagia e patologie legate al fegato (in questi casi è bene affrontare l'argomento con il proprio medico). 

Torta di Mele e Castagne

Bene, dopo aver parlato delle proprietà nutritive, passiamo alla ricetta!! Questa golosissima torta è preparata interamente con farina di castagne e questo rende il dolce adatto anche per chi è intollerante al glutine! Ho scovato questa prelibatezza nel blog di un giovanissimo pasticcere molto bravo: Luca, autore del blog LuCake! Questa alternativa torta di mele mi è piaciuta talmente tanto che ho voluto condividerla con voi!

Torta di Mele e Castagne

Io ho fatto qualche modifica, ad esempio ho messo meno zucchero, perché io preferisco i dolci non eccessivamente dolci. In più ho utilizzato solo 3 uova, ma nella ricetta originale andava aggiunto anche un tuorlo. Mi raccomando, acquistate una buona farina di castagne per la perfetta riuscita della torta.

Ingredienti per una tortiera di 26/28 cm:

  • 3 uova 
  • 120 g di zucchero di canna (io ho utilizzato il moscobado)
  • un cucchiaio di miele
  • un pizzico di sale
  • 125 g di yogurt intero (per me greco 0% grassi)
  • 170 g di farina di castagne 
  • una bustina di lievito
  • 40 g di olio d'oliva (io ho utilizzato l'olio bio di arachidi)
  • 2  belle mele gialle


Montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, il miele e il pizzico di sale, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere lo yogurt e continuare a montare delicatamente. Unire il lievito setacciato, la farina di castagne  e mescolare fino a rendere il composto omogeneo. versare a filo l'olio continuando a mescolare fino a incorporarlo completamente. Versare il composto nella tortiera rivestita di carta forno e decorare con le fettine di mela. Infornare a forno pre riscaldato a 180°C per circa 40 minuti. Luca consiglia 40 minuti con forno statico e altri dieci con la modalità ventilato, ma ovviamente ognuno conosce il proprio forno e agisce di conseguenza. Io, ad esempio, ho la funzione ventilato e statico assieme e ho cotto la torta in 40 minuti. In ogni caso fare sempre la prova stecchino!

Torta di Mele e Castagne

Una volta che la torta è fredda decorare con zucchero a velo!!! Una torta umida, morbida, dal sapore unico, autunnale e avvolgente!

mercoledì 21 ottobre 2015

Biscotti Inzupposi alle Carote, Uvetta e Cannella (Vegan)

Qualche tempo fa io e la mia amica (e compagna di studi) Ilaria, titolare dell'Erboristeria Il Verde Rimedio (Forlimpopoli FC), abbiamo deciso di iniziare una bellissima collaborazione. Entrambe erboriste e appassionate del cibo sano, perché la scelta di ciò che mangiamo deve essere una scelta consapevole. Così sabato scorso, durante la presentazione di una nuova linea di prodotti, abbiamo deciso di creare qualche snack da offrire ai clienti assieme a profumate tisane. Ovviamente ogni snack è stato fatto con prodotti biologici selezionati da Ilaria e presenti nel suo negozio, perché la materia prima è fondamentale per la riuscita del prodotto. Ho preparato per l'occasione questi biscotti vegani con carote, uvetta e cannella. Super inzupposi, ideali da intingere in una calda tisana... il calore sprigiona l'aroma della cannella ed esalta il dolce della carota, assolutamente da provare!!


Ingredienti:
  • 200 g farina di grano tenero tipo 0
  • 150 g farina di farro
  • 50 g farina integrale di grano tenero
  • 150 g di carote (pulite e grattugiate)
  • 150 g zucchero di canna
  • 50 g di mandorle (o nocciole)
  • 60 g latte vegetale (o vaccino se preferite)
  • 75 g olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci (16 g)
  • 75 g di uvetta
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • un pizzico di sale

Potete utilizzare anche un solo tipo di farina, ma attenzione ai liquidi, se decidete di non utilizzare la farina integrale servirà sicuramente meno liquido (scarseggiate con olio e latte), al contrario se decidete di utilizzare una percentuale maggiore di farina integrale, ne servirà forse un pochino in più (aumentate solo all'ultimo, se serve, il latte). Non è una preparazione adatta alle farine senza glutine (già provato :-D).


Pulire e grattugiare le carote. In un mixer frullare mandorle, olio, latte, carote e zucchero di canna fino ad ottenere una crema fluida. A parte miscelare le farine, il pizzico di sale ed il lievito. Creare un impasto omogeneo unendo i liquidi ai solidi e in ultimo le uvette. Lasciare riposare il composto circa 30 minuti in frigorifero avvolto con pellicola per alimenti. Stendere l'impasto, su un piano infarinato, fino ad ottenere uno spessore di 4-5 mm. Ritagliare i biscotti con la forma desiderata (non consiglio forme troppo particolari perché le uvette sono difficili da tagliare). Cuocere in forno pre riscaldato a 175°C per circa 13-15 minuti.


E voi siete pronti a inzuppare??


mercoledì 14 ottobre 2015

Muffin al Grano Saraceno, Mandorle e Mirtilli

Ultimamente, per motivi di salute, ho dovuto limitare glutine e lattosio. Forse per tante persone sarebbe un grande problema, ma per me è una sfida. Difatti mi sono cimentata subito in questi muffin, inventando una ricetta che facesse al caso mio... no glutine, no lattosio, pochi grassi e senza un eccesso di zuccheri! Oltre al fatto che in famiglia sono piaciuti a tutti,  la scoperta più grande è stato il grano saraceno. Difatti questo alimento, è ricco di nutrienti come vitamine del gruppo B, vitamina E, ferro, calcio, ecc. e il valore biologico delle proteine che possiede è paragonabile a quello delle proteine della carne e della soia. Ma la caratterista più importante, nel mondo delle intolleranze, è  la mancanza di glutine. Una curiosità? Comunemente viene scambiato per cereale, ma in realtà è una pianta erbacea. Il suo sapore è veramente particolare, leggermente acre, e si sposa perfettamente con i frutti di bosco.


 Ingredienti per 12 muffin:

  • 2 uova
  • 100 g di zucchero di cocco (o di canna o xilitolo di betulla)
  • 240 g yogurt di soia al naturale (per me yogurt greco)
  • 80 g farina di grano saraceno
  • 200 g farina di mandorla
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 mele gialle grattugiate
  • 12 cucchiaini di marmellata di mirtilli


Montare con le fruste le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere lo yogurt e le mele grattugiate. Queste ultime renderanno l'impasto soffice e goloso permettendo di non utilizzare grassi!!! Infine, con una spatola, amalgamare al composto le farine 
precedentemente miscelate con il lievito. Io ho utilizzato anche la farina di mandorle che assieme allo yogurt e alle uova limita l'impatto glicemico di questi dolcetti!



Suddividere il composto in 12 stampi per muffin. Infornate a forno pre riscaldato a 175°C. Cuocere per 25 minuti circa. In ogni caso fare le prova stecchino, quando esce asciutto sono pronti per essere sfornati!! Servire i muffin con marmellata di mirtilli senza zuccheri aggiunti!!


venerdì 9 ottobre 2015

Crema di Zucca con Pinoli, Timo e Formaggio Cremoso

Quando fuori fa freddo una bella crema calda di verdure è quello che ci vuole! Autunno è tempo di zucca (che io adoroooo) e così con una patata e una cipolla si può ottenere un comfort food leggero ed economico!!! Io vi presento il procedimento per fare la crema zucca, ma ovviamente via libera a tutte le verdure e legumi. Mi sembra giusto precisare che la crema si distingue dalla vellutata perché non ha il roux come base (tipico invece delle vellutate), ma è semplicemente una tipologia di verdura che viene cotta con acqua o brodo e frullata. Se si fa di più verdure, invece, viene definita passata.


Ingredienti per 4:
  • 500 g di zucca pulita
  • 1 cipolla grande o 4 scalogni
  • 1 patata grande
  • un mix di erbe aromatiche (timo, salvia e rosmarino)
  • acqua calda
  • sale 
  • olio extravergine d'oliva 
  • pinoli
  • formaggio spalmabile o yogurt greco 

Sbucciare e tagliare grossolanamente cipolla, zucca e patate.
Porre le verdure e le erbe aromatiche in un tegame con 2-3 cucchiai di olio evo e due pizzichi abbondanti di sale. Far rosolare le verdure a fuoco alto per circa 5 minuti. A questo punto aggiungere acqua calda fino a un cm sotto le verdure (se avete tempo potere preparare il brodo di verdura). Abbassare il fuoco e cuocere, senza coperchio, finché zucca e patata non saranno tenere. Ovviamente più i cubetti di verdura sono piccoli minore sarà il tempo che serve per la cottura. Frullare il tutto con un frullatore a immersione. Se la crema vi sembra troppo liquida riportatela sul fuoco fino a consistenza desiderata.


Una volta impiattata la crema, aggiungere un cucchiaio di yogurt naturale o di formaggio spalmabile a temperatura ambiente, pinoli tostati e del timo fresco. Potete servire la crema in piccole porzioni come antipasto leggero, o in versione più abbondante come primo piatto, magari accompagnata da crostini di pane!! Come vi ho già detto verdure, aromi, condimenti possono variare in base ai gusti e alla stagionalità. Velocissima da preparare e con pochissimo impazzimento!! Date sfogo alla vostra fantasia!!

giovedì 8 ottobre 2015

Chicken Wrap ( o rotolo di piadina con petto di pollo e salsa allo yogurt e avocado)

Le poche volte che sono a casa da sola generalmente passo il tempo in cucina... e anche il momento del pranzo si trasforma in un set per una una ricettina che certamente finirà nel blog!! Qualche sabato fa ho voluto provare a fare questo rotolo di piadina al Kamut con un fresco ripieno di pollo grigliato, salsa all'avocado e yogurt greco e una dadolata di pomodoro (che fortunatamente crescono ancora nel mio orto) con sale e succo di limone!! Una bontà facile e super veloce da preparare!! Un pranzo leggero che può essere anche mangiato fuori casa e per questo ho voluto aggiungerlo alla rubrica "Lunch Box"!

Chicken Wrap

 Gli ingredienti per persona sono:

  • 1 piadina sottile (io ho acquistato una versione al kamut e olio evo)
  • 100 g circa di petto di pollo
  • 25 g di avocado (una fettina dello spessore di 1-2 cm)
  • 1 cucchiaio di yogurt greco magro 
  • un pomodoro piccolo da insalata (quelli un po'verdini)
  • qualche foglia di rucola
  • sale
  • succo di limone
  • olio evo

Chicken Wrap

Cuocere, con un filo di olio evo, in una padella antiaderente il petto di pollo a striscioline per circa 4-5 minuti per lato (deve essere ben rosolato, ma non asciutto), salare a piacere. Lavare e tagliare il pomodoro a cubettini e condire con sale e succo di limone ed un filo di olio. Preparare la salsa schiacciando con la forchetta l'avocado e amalgamandolo poi con lo yogurt e un pizzico di sale e succo di limone. Scaldare la piada e una volta pronta spalmare la salsa e aggiungere al centro il pollo. i pomodori e qualche foglia di rucola. Arrotolare e mangiare!!
Se lo dovete preparare da asporto vi consiglio di sigillare bene il rotolo con carta stagnola.

Chicken Wrap

sabato 3 ottobre 2015

Uova in Cocotte ai Porcini e #cucinaconmiele

Ho la fortuna di avere un papà che gira per i boschi alla ricerca di funghi, e ogni tanto torna a casa con il bottino. Avendo a disposizione dei meravigliosi funghi porcini ho deciso di farne un semplicissimo antipastino. Con questa ricetta ho partecipato al contest #cucinaconmiele orgnaizzato da La Cucina Italiana e con grande gioia il mio piatto è stato scelto tra i 5 migliori. Grazie a ciò ho avuto la grande fortuna di seguire un corso di cucina con la chef due stelle michelin Norbert Niederkofler del ristorante gourmet St. Hubertus a Bolzano.

uova e funghi

E' stata un'esperienza magnifica, piatti meravigliosi, uno chef dalla bravura allucinante, ma allo stesso tempo una persona simpatica e alla mano. Ho provato cose che non avevo mai mangiato in vita mia (come la trippa) e sono rimasta affascinata da ogni singola portata preparata dallo chef.


Gamberi di fiume, finocchio e panna agra.

 Trippa, porcini, gelatina di ribes e pane croccante.

Ravioli alla bieta con sarde del lago d'Iseo e spuma di pancetta.

Galletto arrosto con crema di zucca.

 E ovviamente il dolce, lo rahmschmarrn, un dessert tipico dell'Austria. Si tratta di una specie di pancake, con un sottile strato di caramello in superficie e servito con marmellata ai frutti di bosco.

E dopo la carrellata dei piatti che ho avuto la fortuna di veder preparare e gustare, torniamo alla ricetta delle uova in cocotte ai porcini...

uova e funghi

Per la preparazione dei funghi vi rimando a questo post, anche perchè vi consiglio di farne in abbondanza e utilizzarne qualche cucchiaio per le cocotte e il resto come sugo per la pasta. Con un'unica preparazione avrete pronti due piatti in pochissimo tempo!! Accendere il forno a 175°C. Nel frattempo, per due persone, prendere due cocottine in ceramica e sul fondo mettere una abbondante cucchiaiata di ricotta di pecora precedentemente condita con un filo di olio evo, sale e pepe.

uova e funghi

Aggiungere un abbondante strato di funghi e poi rompere un uovo grande. Condire abbondantemente con sale e pepe. Infornare mettendo le cocotte in una teglia riempita di acqua calda fino ai 3/4 delle ciotoline. Cuocere a bagno maria per circa 20 minuti o finché l'albume non sarà ben rappreso. Guarnire con prezzemolo fresco e fettine sottili di fungo (solo se sono super freschi), salare e pepare. Servire con bastoncini di pane tostato... e buon appetito!!! 

L'ispirazione per questa ricetta mi è venuta sbirciando nel bellissimo blog di PANE&BURRO e qui trovate la ricetta originale.