mercoledì 20 aprile 2016

La Ricetta Originale della Piadina Romagnola

Da buona romagnola tra le mie ricette non poteva mancare un pizzico di tradizione, e quando si parla di piatti tipici della Romagna si pensa subito alla PIADINA!!!! Per noi la piadina è religione e come ogni ricetta tradizianole ogni famiglia ha la sua ricetta segreta ed ecco per voi la ricetta originale della mia famiglia!!! A partire dalla riviera riminese la piadina è friabile e sottilissima, mentre dalle mie parti, nel forlivese, fino alle colline di Imola la piadina perde di friabilità e diventa più spessa, tanto da essere tagliata a metà lungo lo spessore, ed è questa che piace a me!


 Piadina Romagnola

Ingredienti per 6 piadine:
  • 500 g farina di grano tenero tipo 0
  • 10 g sale
  • 12,5 gr di lievito per torte salate 
  • 80 g di strutto (che si possono sostituire con 60 ml di olio evo)
  • 200 ml di latte intero tiepido circa 

Disporre in una spianatoia la farina e il sale e creare un foro al centro (la classica "fontana") all'interno disporre il lievito, lo strutto leggermente sciolto e 200 ml di latte tenete qualche ml da parte da aggiungere solo se necessario). Si inizia ad impastare con le mani prelevando la farina dalla parte bassa e interna del foro. In alternativa (come succede a casa mia) porre tutti gli ingredienti in una planetaria o mixer e attendere che si forma un impasto compatto ed omogeneo. Una volta che si è formato un panetto omogeneo coprirlo con pellicola per alimenti. Lasciare riposare almeno un'ora (meglio ancora se preparate l'impasto il giorno prima e lo lasciate in frigorifero per il giorno dopo). Una volta che l'impasto ha riposato formare 6 palline e stendere ogni pallina con il mattarello dello spessore di circa 4 mm.

 Piadina Romagnola

Cuocere le piadine su di una piastra o padella antiaderente molto calda fino a che non saranno dorate da entrambi i lati! La farcitura più classica è prosciutto crudo, sququerone e rucola e devo ammettere che è anche la mia preferita!! Il sapido del prosciutto crudo si sposa a meraviglia con la freschezza e la dolcezza del formaggio e all'amaro e croccante della rucola. Da provare!!!!

 Piadina Romagnola

La piadina è estremamente versatile. Può essere utilizzata come sostituto del pane, mangiata da sola o farcita, sia con ingredienti dolci che salati. Il ricordo più bello che ho di quando ero piccola è la piadina che mi preparava la mia nonna con la ricotta fresca e la marmellata di albicocca fatta da lei. Ancora oggi è la mia preferita tra le varianti dolci e ogi volta che la mangio torno un po' bambina!

5 commenti:

  1. Erika, sono svenuta davanti al monitor le papille danzano e non trovano niente sotto i denti... La piadina sì è la Romagna, e non solo ovviamente ma è come uno stendardo e non l'ho mai provata a fare, direi che il connubio di sapori è quello perfetto di una tradizione centenaria. In bocca al lupo e grazie di averci dedicato questa delizia! a presto Monica

    RispondiElimina
  2. Ciao, sono Anna di scacco mattarello, mi sono unita al tuo blog.
    A questo link ho una sorpresa, spero gradita per te: http://scaccomattarello.blogspot.it/2014/05/lovely-blog-award-2014.html.
    Se ti fa piacere segui anche il mio.

    RispondiElimina
  3. Ciao Erika, ti ho trovata grazie al contest delle Bloggalline. La piadina è stupenda già di suo e con la tua farcitura mi fa impazzire, bravissima!
    Direi che è un matrimonio perfetto fra l'Emilia e la Romagna.
    Sono una tua nuova follower, emiliana appunto. Ciao e in bocca al lupo
    Cecilia
    http://ideeinpasta.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. Girano un sacco di ricette alternativa alla classica piadina, ma secondo me la ricetta base resta sempre la migliore!!!!

    RispondiElimina